Il ritratto di Dorian Grey

11 02 2008

Il romanzo “Ritratto di Dorian Gray” di Oscar Wilde raffigura l’esempio di un perfetto “dandy”: Dorian Gray, giovane bellissimo, ossessionato dall’idea di invecchiare e di perdere la propria purezza, ottiene che i segni del tempo non compaiano sul suo viso, ma sul suo ritratto che il pittore Basil Hallward ha appena finito di dipingere. Sedotto dalle teorie dell’amico Lord Henry Wotton, Dorian si abbandona ai piaceri e ai vizi più sfrenati, arrivando fino all’assassinio, senza che la dissolutezza e le perversioni alterino la freschezza del suo aspetto. Ma, quando si accorge delle spaventose trasformazioni subite invece dal suo ritratto, in un impeto di disperazione lo squarcia con una pugnalata, uccidendo in realtà se stesso. L’incantesimo si scioglie e il quadro torna a rappresentare Dorian nella pura bellezza dei suoi vent’anni, mentre a terra morto giace un vecchio avvizzito e orrendo.

Annunci

Azioni

Information

2 responses

2 04 2008
Lorenzo (Sestri Levante)

Il ritratto di Dorian Grey è un libro interessante anche se forse di trama un po’ prevedibile… lo stile di scrittura è basato principalmente sul discorso diretto quindi la lettura è scorrevole e piacevole.

11 09 2008
Giulina

I LOVE DORIAN GRAY!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: