Parafrasi de “Alla Sera” di Leopardi

12 10 2007

Io mi ricordo che, si conclude un anno, io venivo sopra questo

colle a guardarti. E tu allora pendevi (stavi appesa) a quel

bosco proprio come fai adesso che lo illumini tutto.

Ma il tuo volto appariva nebuloso e tremulo a causa del

pianto che mi sorgeva sugli occhi, il tuo volto appariva

così ai miei occhi, poiché la mia vita era piena di guai, e

ora non è cambiato niente o mia luna. Eppure mi

fa piacere ricordarlo e mi fa piacere ricordare il tempo

della mia sofferenza. Oh come capita gradevolmente il

ricordo del passato anche se queste cose sono tristi e anche

se il dolore del passato persiste tuttora, quando la speranza

ha un corso ancora lungo davanti a quando il ricordo ha

un breve corso dietro di sé (giovinezza).


Azioni

Information

3 responses

7 06 2009
Tonini

…ma il titolo non è “Alla luna”? ….:-))
O graziosa luna io mi rammento
che, or volge l’anno, ….

24 11 2009
io

ma questa non è alla sera! e poi alla sera è di ugo foscolo!

13 06 2010
_me_

io ho studiato quest’anno leopardi e questa parafrasi è della poesia “alla luna” scritta nel 1820 che appartiene al gruppo dei “piccoli idilli”. comunque leopardi ha scritto anche una poesia intitolata alla sera.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: