Articolo sulle risse negli stadi

29 06 2007

RISSE ALLO STADIO; LE CAUSE

 

Venerdì due febbraio, alla fine della partita Catania-Palermo, gli ultras di entrambe le tifoserie si sono riversati in strada in uno scontro violento e distruttivo. In questa battaglia, come in molte altre, volavano sassi, bastoni, bombe carta e bottiglie molotov tra le tifoserie e sulla polizia che cercava si sedare la rissa; purtroppo, questa volta, l’ ispettore Filippo Raciti è stato ucciso da un colpo al fegato infertogli da un ragazzo ultras. Come mai si ripetono episodi di violenza negli stadi da parte dei tifosi? E soprattutto come mai viene presa di mira la polizia? La risposta alla seconda domanda è relativamente semplice: le forze dell’ ordine che intervengono per separare le tifoserie, vengono viste si dall’ una che dall’ altra fazione come un “ostacolo” al raggiungimento del loro obbiettivo (i tifosi dell’ altra squadra) e per questo la polizia stessa viene identificata come nemica e quindi attaccata. L’ accanimento contro le forze dell’ ordine potrebbe essere spiegato anche da una sorta di pregiudizio che molti ultras hanno nei confronti delle autorità dello stato. Inoltre nelle curve degli stadi circola molta droga: forse alcuni tifosi hanno la paura di essere scoperti. Tanta violenza non è ostacolata dalle leggi, che esistono si, ma non garantiscono la certezza della pena, condizione necessaria affinché la legge serva effettivamente da deterrente. Lo dimostra il fatto che gran parte degli ultras che vengono arrestati riesce a uscirne solo con multe, impegno nei servizi sociali o comunque pene molto esigue rispetto ai reati commessi; molti riescono anche ad ottenere la piena assoluzione. Una causa della violenza è l’ eccessivo fanatismo dei tifosi nei confronti dello sport e della squadra. Ci sono troppi ultras che sono letteralmente “malati” di calcio; e di fronte a persone di altra “fede” calcistica diventano terribilmente aggressivi e violenti, pur di far prevalere la propria idea. A questo punto di potrebbe pensare che sia la società ad influenzare negativamente queste persone (con videogiochi, programmi televisivi ecc. che incitano violenza); NO! Non si possono sempre scaricare le colpe del singolo sulla società; una persona deve essere capace di pensare autonomamente e se non sa porsi un freno ai comportamenti è l’ unico responsabile delle sue azioni.Resta comunque la necessità di trovare misure efficaci per prevenire e reprimere questi scontri. Negli stadi si sta cercando di eliminare il problema alla radice, istallando tornelli, impianti di video-sorveglianza, e intensificando i controlli; questo può aiutare, ma come è accaduto a Catania, molti scontri avvengono per le strade limitrofe alla stadio. Quindi si potrebbe fare uscire dallo stadio una tifoseria alla volta e assicurarsi che si allontanino e che la folla si smaltisca. Se neanche queste misure funzionassero, bisognerebbe ricorrere a metodi severi e repressivi, perché’ non ci si può’ permettere di mandare in fumo altre vite per una stupida partita di calcio!

Annunci

Azioni

Information

5 responses

1 12 2008
me

questa èstata una cosa molto sensata!!!

1 12 2008
me

bello questo articolo…dice cose vere…e, soprattutto, parla in modo che possano capire tutti!!!

4 01 2010
lola

ti ringrazio di cuore

15 02 2010
eli96

grazie mille… era proprio ciò che cercavo!

23 01 2013
t0p0lina99

Questa è stata una cosa sensata!!!!! Grazie mille di cuore!!:) era proprio quello che cercavo!!!!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: