Argomentazione di Beccaria riguardo alla pena di morte

22 02 2007

La pena di morte non e’ un diritto in quanto un cittadino nel patto con la società non cedeil diritto alla vita (che e’ anche inalienabile). quindi la societa’ non ha il diritto ne la convenienzadi uccidere un proprio cittadino. 

La pena di morte sarebbe giustificata solo se fosse necessaria alla sopravvivenza della societàma l’ esperienza ha dimostrato che tale pena e’ inutile perche’ non distoglie gli uomini da commetterecrimini.  

Ciò che spaventa non e’ la gravita della pena ma la sua certezza. 

Con le esecuzioni pubbliche della pena di morte, la paura per la morte veniva resa meno spaventosa. 

Nella seconda parte dell’ argomentazione si immedesima in un criminale; un ladro infatti si sente vittimadi un’ ingiustizia per il fatto che le leggi difendono una situazione sociale di iniquità.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: