Versione de “UN ESEMPIO TURPISSIMO DI ADULAZIONE”

12 09 2006

UN ESEMPIO TURPISSIMO DI ADULAZIONEAd un certo banchetto Prassede, uno fra i più stimati, ammoniva Cambise, re dei Persiani, troppo dedito al vino, di bere più moderatamente, dicendo che era turpe l’ubriachezza in un re. Ma a lui quello: “Ti mostrerò subito che ho sempre le mani pronte al loro dovere, anche dopo il vino:”. Beve poi più abbondantemente del solito e con bicchieri più capienti, poi pieno e ubriaco, ordina che il figlio del suo riprensore avanzi oltre la soglia della sala da pranzo e che là, sollevata la mano sinistra sopra il capo, stia. Allora, dopo che l’adolescente ebbe ubbidito, tese l’arco e trafisse con una freccia il cuore stesso (aveva detto che ciò gli era chiesto). Allora squarciato in due parti il petto, mostrò al padre la freccia conficcata in mezzo al cuore e il cuore ancora palpitante sotto la ferita, e lo interrogò se il vino avesse forse reso la sua mano meno certa. E quello, avendo l’animo non di padre ma di turpissimo adulatore e vilissimo schiavo, non tentò di punire il carnefice della propria stirpe, anzi negò che Apollo, che ha frecce precisissime, potesse mettere a segno il dardo con mano più ferma.

Annunci

Azioni

Information

2 responses

29 09 2011
manu

potete analizzare questa versione ?

29 09 2011
manu

è urgente ..grazie mille in anticipo =)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: