Versione de “CON QUALE ARTIFICIO DI GUERRA METELLO HA ESPUGNATO LA CITTA’”

12 09 2006

CON QUALE ARTIFICIO DI GUERRA METELLO HA ESPUGNATO LA CITTA’Q. Metello, conducendo la guerra in Spagna contro i Celtiberi al posto del console e non potendo espugnare la capitale Contrebia per le forze (armate) della sua gente, esaminate a lungo e molto le intenzioni dentro al suo animo, trovò la via per la quale condurre al fine l’intenzione. Con grande impeto incominciava le marce, poi si dirigeva verso altre ed altre direzioni, ora occupava questi monti, poco dopo andava verso quelli, mentre frattanto tanto a tutti i suoi quanto ai nemici stessi era ignota la causa di un inatteso ed improvviso fluttuare di questo genere. Interrogato pure da uno a lui molto amico su cosa inseguisse con un così sparso ed incerto genere di campagna di guerra: “Smetti – disse – di chiedere codesta cosa; infatti se avrò sentito la parte interna della tunica consapevole di questo mio piano, ordinerò subito che sia bruciata.”. Dopo che ebbe veramente confuso sia il proprio esercito con l’ignoranza sia tutta
la Celtiberia con l’errare, avendo diretto il cammino altrove, all’improvviso ripiegò verso Contrebia, e la sorprese che non se l’aspettava ed attonita.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: