Petrarca il Canzoniere “Sonetto CCCX”

12 09 2006

Sonetto CCCX

Zefiro torna, e ‘l bel tempo rimena
e i fiori e l’erbe, sua dolce famiglia,
e garrir Progne e pianger Filomena,
e primavera candida e vermiglia;

ridono i prati, e ‘l ciel si rasserena,
Giove s’allegra di mirar sua figlia;
l’aria e l’acqua e la terra è d’amor piena;
ogni animal d’amar si riconsiglia.

Ma per me, lasso, tornano i più gravi
sospiri, che del cor profondo tragge
quella ch’al ciel se ne portò le chiavi;

e cantar augelletti e fiorir piagge,
e ‘n belle donne oneste atti soavi
sono un deserto, e fere aspre e selvagge.


Azioni

Information

4 responses

14 04 2010
elisa

per favore fatemi la parafrasi!

14 04 2010
elisa

allora veramente questo coglione nn so ki sia!!! qndi x favore se riuscite traducetemelo xk mi serve abbastanza urgentemente

14 04 2010
elisa

scusate era mio fratellooo ke ha scritto qst!! si kiama SAMUELE GIANNANTONIO!!! il contatto è samu_91@live.it

14 04 2010
elisa

scusate era mio fratellooo ke ha scritto qst!! si kiama SAMUELE GIANNANTONIO!!! il contatto è samu_91@live.it

e abita vicino a monza

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: